Perché Sir Koala Londinese?

ago4

Appena scoprono l’arcano che dietro a quel Sir si nasconde una donna, tutti si domandano: perché?

Perché il Sir e soprattutto, perché Koala, che poi poco centra con Londra e l’Inghilterra se ci vai a pensare.

Giá, perché chiamarsi Sir Koala Londinese?!!

Vedete quando ero piccola e qualcosa non mi andava bene mettevo subito il broncio, e mia zia mi canzonava dicendo che sembravo con quel “musetto” un koala.

bio15

Sono cresciuta con questo nickname, Giada la Koala e a me tutto sommato i Koala piacciono, quei teneri orsacchiottini pelosi hanno un nasone simpatico tutto da baciare!

Il Sir era perché suonava bene e poi volevo mantenermi anonima … erm ero un pó restia a mostrarmi in pubblico ve l’ho detto che sono una timidona!

Ho sempre avuto un diario segreto, mi ricordo il primo: un’agenda rosso fuoco e lucida di una marca di trucchi, che mi regaló mia zia che lavorava in profumeria.

Mi inventai un nome a cui indirizzare i miei racconti e cominciai a scrivere le mie letterine, con il tempo i diari si sono accumulati e ad un certo punto, avevo pure pensato di spedirli ad un archivio italiano che li raccoglie, cataloga e conserva … ok, chissá, mi ritenevo una sorta di Manzoni o Leopardi.

Poi é arrivato il web e assieme ad esso i primi blog, i primi diari online che tutti potevano leggere e commentare. Non mi é mai passato per la testa di raccontare i fatti miei ad altri, io che per farmi iscrivere a Facebook, i miei amici hanno dovuto sudare camicie su camicie.

bio13

Dopo tanto tira e molla é arrivata Londra e con essa, una me espatriata da scannata 2.0. Onestamente i primi tempi non avevo soldini da investire, non avevo tanti amici con cui uscire, e quindi passavo le miei giornate a casa o a gironzolare da sola.

Un pomeriggio mentre me ne stavo sul letto a pensare e ripensare alla mia situazione, mi é balenato in mente di scrivere. Io ho sempre avuto l’esigenza di scrivere, perché poi mi rileggo e tra le righe mi analizzo, curo, sistemo e soprattutto provo a capirmi.

Come dicevano i cari latini: le parole volano, lo scritto rimane 😉

All’inizio volevo mettere su un blog che parlasse di surf, io che da eoni amo questo sport antico e d’azione.

bio11

Non mi andava di parlare dei miei fatti londinesi, che interesse c’era a scrivere di me una come tante espatriata a Londra che annaspava e cercava di tenersi a galla?

A chi fregava dei miei up and down in questa terra anglosassone?

Molto meglio parlare di Kelly Slater il mio mito personale, uno che ha battuto ogni record possibile in questa disciplina sportiva, ma soprattutto un uomo che si é fatto da se, che ha preso tanti no ma ha comumnque continuato per la sua strada nonostante non surfasse secondo gli standard del tempo, e proponesse nuove modalitá che davano molto fastidio a quelli che allora erano gli assi di questo sport.

bio18

Qui in una bella foto di noi due assieme 😉

Idea iniziata e poi mollata subito, pur amando immensamente questo sport e mondo, non riuscivo a seguirmi tutte le competitions e tenere cosí updato il blog  – i vari fusi orari mi tenevano in piedi nel cuore della notte per seguirmi le varie gare disputate alle Hawaii, Fiji, in Australia …  Allora misi su Sir Koala Londinese che nacque su WordPress poi non capendolo, lo feci migrare sul piú amichevole Blogger.

I primi articoli furono scritti di getto e con toni leggeri, e parlavano dei classici temi: cibo e meteo inglese!

Non ebbi successo, poche visite, io avevo iniziato a lavorare e non ero ancora molto sicura di voler raccontare i miei cavoli personali online, cosí lo mollai.

Onestamente ero confusa correvo da una parte all’altra della cittá, neanche io sapevo quello che volevo da Londra, mi lamentavo su tutto e tutti e non riuscivo a godermi nulla. Non avendo tempo per scrivere, non riuscivo a capirmi e “digerire” tutta la massa d’informazioni che in poche mesi avevo mandato giú presa dalla foga di capire e aderire alla nuova vita da Londoners.

Poi una sera di Novembre mentre stavo tornando a casa, mia sorella mi chiama e mi dice: ti devo dire una cosa non bella ma é morto Andy Irons.

bio17

Per chi non conosce questo mondo il suo nome puó risultare indifferente, ma per me che lo “conoscevo” da anni, fu un colpo .. aveva 1 anno solo in piú di me e avevo seguito tutta la sua fulminea e brillante ascesa verso l’olimpo dorato dei veri campioni di surf.

Lui era nato da una normale famiglia hawaiiana, e si era fatto strada nel difficile e competitivo mondo del surf, e nonostante avesse un carattere non proprio facile aveva comunque realizzato il suo sogno e detto sempre la sua!

Quella sera mi misi a letto e mi dissi che dovevo darmi una mossa, che a trent’anni non potevo essere cosí piena di pippe mentali, e che ero partita per capire cosa cavolo volevo dalla mia vita e vivere fino a fondo questa esperienza di vita all’estero.

bio12

Ritornai a scrivere su Sir Koala Londinese, super-decisa a raccontare e aiutare chi era impantanato nella mia stessa situazione, chi cercava informazioni, aiuto, supporto, una pacca sulla spalla, una mano tesa, e soprattutto mantenni quello stile leggero e allegro degli articoli, che se la vita non la prendi a ridere allora sei finito.

In pochi mesi raddoppiai le visite, conobbi gente nuova e rimasi soprattutto stupita dell’affetto, e gratitudine che ricevevo costantemente.

Sir Koala Londinese é nato nel giorno di Halloween, e in un certo senso é mascherato sottoforma di diario di una espatriata romana in terra inglese, ma in realtá rappresenta una mano tesa verso chi cerca informazioni, idee, consigli e suggerimenti perché vuole cambiare la sua vita e partire, provarci ad andare a vedere come si sta altrove.

bio16

Nel 2012 Sir Koala Londinese é diventato “grande” e si é conquistato un suo dominio, sono stati scritti 2 libri: Appunti Londinesi e La Mia Londra Low-Cost, nati dall’esperienza diretta di una ragazza partita senza tante precauzioni, e con pochi soldini dietro 😉

Un koala che ha imparato che se si cade, é perché dobbiamo vedere da vicino qualcosa ai nostri piedi, e che ogni sbaglio é un modo per mirare piú precisi verso il centro del bersaglio.

Oggi Sir Koala Londinese é in continuo sviluppo, é un cammino fatto assieme a tutti quelli che sono in partenza o sono giá partiti. É un luogo di scambio, informazione e supporto, un blog che racconta una Londra vera,cruda e nuda ma con tanto humor e voglia di esserci e aiutare.

bio14

Una visione animale di una Londra unica e sfaccettata, raccontata da una ragazza come voi, che é alla ricerca di nuove strade e panorami, e nel frattempo tra un post e l’altro, tira pezzi di pane a scoiattoli e piccioni … sí come i vecchietti 😉

Sono un animalista convinta e i miei primi “amici londinesi”, sono stati proprio loro due: piccioni e scoiattoli che venivano puntualmente in giardino a fare colazione con me.

Questo é Sir Koala Londinese, la visione animale di Londra!

 

Sir Koala ringrazia e saluta.

 

Lascia un commento