Chi Sono

meabout

Una blogger romana, che dal 2010 ti offre la sua visione animale di Londra.

Chi sono?

Sembra una di quelle domande mistiche della serie chi siamo, da dove veniamo, che facciamo e dove andiamo. Eppure in tanti vi siete chiesti chi ci sia dietro a Sir Koala Londinese.

Molti credevano ci fosse un uomo … eheh il Sir vi ha ingannati a tutti!

Invece sono una donna 😉

Sono romana doc, della serie che uno dei miei avi di sicuro andava sotto braccetto a Giulio Cesare a decidere le sorti dell’impero.

bio1

Una che fin da piccola faceva un sacco di domande, e avevi solo 2 modi per azzittirla: metterle la musica oppure farla disegnare.

Ho disegnato su ogni superficie scrivibile: muri, armadi, carta da parati, tavoli, per terra, sulla pelle del povero disgraziato di turno, su di me, su porte e finestre … e cosí via. Una mia grande passione era raccontare delle storie, spesso erano cose cosí strane da incantare i piccoli e lasciare dubbiosi gli adulti.

bio2

A detta degli altri sempre stata un tantino “strana”, ma io non ho mai capito quale sia il termine di paragone per definire un’altra persona “strana”.

Mia madre mi ha sempre chiamata la zingara e forse chissá quel loro vagabondare, quel loro wanderlust é davvero nel mio animo.

Ho sempre avuto il pallino fisso dei viaggi e appena ho potuto mi sono lanciata alla scoperta del mondo in completa solitaria. Zaino in spalla e cartina alla mano, ho girato mezza Europa spinta dalla grande curiositá di conoscere gente e posti nuovi.

bio3

Quando sento il rumore di un aereo passare sopra la mia testa, mi chiedo sempre dove stia andando e quanto mi piacerebbe essere lassú con loro. Starei sempre in viaggio, sempre su strada alla ricerca di chissá che cosa poi!

Nel 2010 ho mollato tutto e tutti e mi sono trasferita da sola in UK. Le prime due settimane sono state atroci … atrocemente belle 😉

bio4

Ero nella campagna inglese del Surrey e tutto era cosí verde ed unico, é stata una delle estati piú belle, anche se giravo con sciarpetta e giacca da pioggia!

Certo avevo i miei momenti no, i momenti in cui vagavo per queste verdi vallate e mi chiedevo cosa avrei fatto ora che dovevo riniziare tutto da zero. Nuovi amici, nuovo lavoro, cercare una casa a Londra … e piú tardi eccomi arrivare a vivere a Londra, io e le mie due mega valige colme di tanta roba rivelatasi poi quasi del tutto inutile.

Ho imparato ad allegerire sia le valige che l’anima, a far entrare tutto in poco spazio e lasciare lungo la strada tante cose che prima vedevo come essenziali ed impossibili da mollare.

Fortuna che con me avevo Russell Crowe, fidato amico dei primi tempi in cui non avevo neanche un libro, pochissimi soldi da spendere e non conoscevo le fornitissime biblioteche pubbliche 😉

bio5

Quante volte ti avró letto e riletto GQ numero di Giugno 2010?!!

E poi é arrivata Londra!

La ricerca lunga ed estenuante di un posto di lavoro, le passeggiate in solitaria, le lunghe attraversate in tube, le cinemate da sola, e il cercare di capire velocemente la vita frenetica di questa enorme cittá che avevo solo vissuto come semplice turista.

Il mio pallore finalmente mi faceva sentire a proprio agio, soprattutto visto che era estate e non c’erano orde di persone iper-abbronzate.

bio6

Quanto ero timida e impacciata agli inizi!

Peró poi mi sono fatta coraggio e ho imparato a bussare alle porte, a sbucciarmi le ginocchia e rialzarmi, a prendere i no come dei sí, e soprattutto a capire quello che volevo … insomma su questo diciamo che ci sto ancora lavorando 😉

Viaggiare da sola ti mette per forza nella condizione di scioglierti ed aprirti al mondo, non hai “amici cuscinetto” e incontri tanta gente, le amicizie vanno e vengono e ognuno ti racconta la propria storia.

bio7

Ormai ho un puzzle di amici di tutte le nazionalitá, e quando gli dico che sono una timidona loro se la ridono e mi dicono sí come no! E pensare che io sono sempre stata quella che alle festicciole sedeva in disparte tutta timida e insicura 🙂

In UK ho approfondito grandi passioni come quella del té e imparato a fare i cookies come regina comanda … sempre se a lei piacciono!

Sforno biscotti che sembro una bakery, sono la felicitá dei vari flatmates.

bio8

Spesso amici e non mi credono tutta questa guru, ma non mi ci sento affatto anche perché ho cosí tanto ancora da vedere e imparare. Quando mi ritrovo a parlare con altri backpackers o viaggiatori, rimango spesso stupita e penso che io in confronto sono un essere minuscolo che non ha ancora combinato un granché.

Ci sono ancora cosí tante strade da seguire e scoprire. Una volta mi dissero che quelle piú belle sono quelle sterrate, quelle ancora poco battute, quelle che sembrano portarti in salita che stai lí con il fiatone a chiederti ma chi te lo ha fatto fare e poi … poi di botto spunta un panorama mozzafiato unico, che ti riempie il cuore e ti fa dimenticare di tutta la fatica fatta.

bio9

É nelle piccole cose che risiede la grande forza. Me l’ha detta un guru, uno vero, che mentre teneva nel palmo una piccola ghianda, si chiese: puó qui dentro esserci un albero grande e maestoso come una quercia?

Grazie perché mi seguite, grazie per i vostri messaggi, per le domande, gli spunti, le dritte e le curiositá. Non vi fermate mai, siate sempre fedeli a voi stessi, credeteci e diventate i fan numero uno voi stessi, siate il coach che urla dalla panchina di non fermarsi e proseguire, colui che nonostante le paure si getta perché é l’unico modo per vedere se sa nuotare o no.

Esplorate e ricordatevi che il mondo é piccolo, quindi ci si becca da qualche parte di sicuro!

bio10

Casomai vedete una che getta pezzi di pane a piccioni e scoiattoli, allora sapete che sono io, Sir Koala Londinese 😉

Se sei interessato a sapere di piú sul mio lavoro e chi sono, puoi leggere e ascoltare le mie interviste, inoltre sono stra-piene di consigli su espatrio, inglesi, Inghilterra e vita all’estero! 🙂

interview

 

Sir Koala ringrazia e saluta.

 

22 Risposte

  1. Carmela ha detto:

    Ciao ho appena scoperto il tuo blog e devo dire che mi hai dato un pò di quel coraggio che purtroppo da mesi vacilla (motivo per cui nonostante tutto non ho ancora acquistato quel maledetto biglietto aereo di sola andata).
    Purtroppo una mia grande preoccupazione è partire senza un tetto sulla testa, quindi se hai qualche dritta su come trovare una stanzina a Londra dall’ Italia te ne sarei davvero davvero davvero….GRATA 🙂 Ho letto migliaia di siti a riguardo;siti che aiutano a trovare case ecc ma poi mi metto a leggere le recenzioni e mi crolla il mondo addosso.

  2. Danila ha detto:

    Ciao bella,
    Ho trovato oggi il tuo blog e sto facendo incetta di tutto ciò che serve sapere per trasferirsi a Londra!
    Prima di tutto devo ringraziarti per tutte le informazioni (utilissime) che condividi e spero di poter fare come te e trasferirmi!!

    • Rossa ha detto:

      Ciao,
      ho appena scoperto questo blog fantastico e devo dire che lo trovo utilissimo.
      Anch’io vorrei trasferirmi a Londra dopo il diploma, ma sono un po intimorita dal trasferirmi tutta sola in una grande città come questa! Vorrei chiederti un paio di cose. Come hai fatto a trovare una casa? E la lingua si apprende subito? Essendo sola di chi puoi fidarti o meno? Te ne sarei davvero grata se potessi rispondermi. 😉

  3. Elisa ha detto:

    Ciao!! ti ho appena scoperto 🙂 spero di leggere presto tutti i post!!
    E nel frattempo mi è tornata la voglia di Londra (anche se non se ne va mai!!)

  4. Francesca ha detto:

    Ciao! Mi piace molto il tuo blog! Io ho vissuto qualche mese a Londra per studio…ho preso l’aspettativa dal lavoro e ho organizzato ben bene il sogno che avevo da una vita. Non ha deluso per niente le mie aspettative! Amo tantissimo Londra, mi sono sentita a casa fin da subito, ho conosciuto belle persone e, perché no, migliorato un po’la lingua 🙂 credo che un giorno andrò anche io! Grazie per i consigli!

  5. Brigitte Lo Iacono ha detto:

    Complimenti Giada! Prima visita del tuo blog e ne sono rimasta davvero stregata! Credo sia uno dei migliori blog di italiani all’estero mai letto! Anche io sto per iniziare l’avventura che tu hai vissuto nel 2010… speriamo bene!

  6. elisa ha detto:

    Ciao Giada… anche sto per fare questa pazzia … ed ho molta paura, mi piacerebbe poter parlare con te 🙂

  7. Giada Martini Riccardi ha detto:

    graziee 🙂

  8. Francesca Clotilde ha detto:

    ciao Giada! ho deciso che a settembre mi trasferisco in UK. il tuo blog mi é utilissimo, e trovo tantissimi punti in contatto con te. spero di beccarti in giro, visto che il mondo é piccolo, e anche Londra in fondo! 🙂 grazie e spero di avere fortuna come te!

  9. irene ha detto:

    Posso aggiungerti su fb?:-)
    Irene

  10. Giada penso tu sia una persona piena di qualità, avevo letto di te tempo fa su un articolo del corriere!

  11. Alda ha detto:

    Il tuo blog mi piace tantissimo e lo trovo molto utile, però… posso farti un piccolo appunto? La grammatica… 🙂

  12. Ylenia Manfrin ha detto:

    complimenti! hai coraggio the vendere.

  1. 6 settembre 2013

    […] da solo che giocare ad attacca/stacca puó risultare un poco rognosetto, specialmente per una blogger come me, visto che alcune volte quando devi scrivere un post non capita di avere una ispirazione […]

Lascia un commento