Come si festeggia il Natale in Inghilterra? Una guida al Christmas Dinner e le sue tradizioni!

Cari Koali,

mi sono appena accorta che non ho mai scritto nulla sulle delizie che si mangiano durante il periodo natalizio, quindi vado subito a rimediare! 🙂

Il Christmas Dinner (cenone di Natale), viene consumato non come facciamo noi alla vigilia di Natale, ossia al 24 Dicembre, ma bensí viene consumato durante il Christmas Day (25 Dicembre).

fhghfhf
Mine Pies

La parola cena potrebbe indurvi a pensare che venga appunto consumato all’ora di cena, invece viene servito per pranzo o nel pomeriggio, e come i nostri tipici cenoni, dura moltissimo! 😉

Solitamente un cenone natalizio inglese vede queste portate: tacchino o anatra arrosto accompagnato da cavoletti di bruxelles, patate arrosto o puré, carote lesse, Parsnips che praticamente sono dei tuberi che vengono tagliati e fritti come fossero patatine, salsicce semplici o Pigs in a Blanket che sono delle deliziose salsicce con bacon avvolto attorno, bacon per l’appunto che viene praticamente messo ovunque, qualche volta i Devils on Horseback che praticamente sono frutta secca solitamente datteri, avvolta in bacon (esiste anche una versione chiamata Angel on Horseback ma al posto del dattero c’é l’ostrica), e Chestnut Stuffing che amo perché praticamente é un intruglio di pane raffermo, castagne erbette, cipolla e burro tutto condito assieme e gratinato. Il tutto accompagnato dalla salsa di Cranberry, la Bread Sauce e il Gravy.

fjfj
Fonte – goodtoknow.co.uk

Spesso viene servito anche il Roasted Gammon, parliamo sempre di carne, in questo caso prosciutto affumicato, che viene insaporito e decorato con agrumi.

Da come avete potuto vedere, come dice Hannibal, qui non c’é nulla di vegetariano! 😉

khh

Non fateci caso se tutte queste cose vengono messe in un unico piatto, gli anglosassoni non sono come noi che usiamo un piatto per i contorni, uno per la carne e cosí via.

Accanto al piatto troverete delle caramellone colorate che si chiamano Christmas Crackers, che vengono usati come segnaposto. Dovrete tirare le estremità, e il cracker spezzandosi emetterá un piccolo scoppietto. Al suo interno ci sono piccoli gadget, per lo piú coroncine di carta, qualche piccolo giocattolo, dolciumi … molti qui amano prepararli da sé, inserendoci piccoli oggettini.

lkjljlj

Per dolce abbiamo i Gingerbread Cookies ossia biscottini allo zenzero, Mince Pies che sono delle tortine ripiene di frutta e/o frutta e carne macinata da servire calde, il Chocolate Yule Log che é un tronchetto di cioccolata, ed infine il famoso Christmas Pudding, un dolce dalla forma di cupola fatto con uova, mollica, mandorle, spezie e frutta secca molto caro alla tradizione britannica e da servire assolutamente decorato con un agrifoglio!

Fonte - theguardian.com
Fonte – theguardian.com

Ci sono delle superstizioni legate a questo dolce, come ad esempio quella secondo cui dovrebbe contenere 13 ingredienti ed essere preparato in senso antiorario da tutti i membri della famiglia. Si crede anche che chi non ne mangia almeno un po’ perderà sicuramente un amico nell’anno successivo. Altre superstizioni lo ricollegano al cosiddetto “dolce della Dodicesima Notte”, come quella di lasciare all’interno del dessert un anello, un ditale e una moneta, che avrebbero portato fortuna a chi li avesse trovati. (Fonte Wiki)

Poi ci sono i classici Candy Canes, i bastoncini di zucchero e menta, rossi e bianchi che decorano alberi di Natale, pacchetti natalizi, si mettono nella cioccolata calda, o si gustano cosí da soli.

kjhkkh

Infine da bere c’é il Mulled Wine, ossia vino rosso caldo zuccherato, aromatizzato con arancia, spezie e stecche di cannella. Invece i Christmas Tea, sono dei tea natalizi per lo piú neri, aromatizzati con spezie e scorze di agrumi.

Vi lascio con un video di come si preparavano le Mince Pies in epoca vittoriana … ossia con la carne! 🙂

 

E questo é davvero tutto! 🙂

Sir Koala ringrazia e saluta.

Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese

4 Risposte a “Come si festeggia il Natale in Inghilterra? Una guida al Christmas Dinner e le sue tradizioni!”

  1. ma da dove l’hai tirato fuori che “Mince Pies che sono delle tortine ripiene di frutta e/o frutta e carne macinata da servire calde, ” sono ripiene di carne macinata? si chiamano mince pies perche’ la frutta e’ tutta tritata ma di carne non se ne parla proprio, INFORMATI prima di scrivere

    1. Ciao Elena non c’é bisogno di attaccare, io sono informata … oggi tutti le conoscono ripiene di frutta ma originariamente erano ripiene di carne macinata e spezie, da qui mince pies (mince/minced in inglese vuol dire sí appunto tritata/macinata come dici tu ma secoli fa si riferivano alla carne) e puoi leggerlo ovunque online oppure molto meglio chiederlo a un brit meglio se “stagionato”, perché oggi appunto non si consumano quasi piú cosí con la carne dentro.
      “Mince Pies, like Christmas Puddings, were originally filled with meat, such as lamb, rather than a dried fruit mix as they are today.”
      http://www.whychristmas.com/customs/mincepies.shtml
      “Its ingredients are traceable to the 13th century, when returning European crusaders brought with them Middle Eastern recipes containing meats, fruits and spices.”
      https://en.wikipedia.org/wiki/Mince_pie
      Grazie cmq per il tuo commento 🙂

      1. io la storia delle mince pies la so ma dal tuo post fai intendere che sono ancora fatte con carne macinata e non lo sono affatto. molto misleading per chi non vive qui e non le conosce.

  2. Merry Christmas koala!!! Non sai quanto mi manchino le Christmas crackers!!!
    E le mille luci di Londra!! Vediamo se riesco a farmi un weekendino prima del 24 🙂
    grazie mille per l’ ennesimo interessantissimo articolo!!

Lascia un commento