Storie di Espatriati e Viaggiatori: Veronica che trasformó le sue passioni in un vero e proprio lavoro!

Ciao Koali eccoci arrivati ad un nuovo appuntamentino in compagnia di donne e uomini che hanno deciso di chiudere una vita in valigia e partire per provare a vivere altrove.

Oggi incontriamo Veronica, una ragazza che ha trasformato le sue passioni in un vero e proprio lavoro! 🙂




Buona lettura!

 

Se fossi un libro come inizierebbe la tua storia?

C’era una volta una giovincella, minuta e graziosa, sempre sorridente e con gli occhietti vivaci, che tutti chiamavano Veronica.

Questa ragazza, appassionata di libri e divoratrice di cultura, amava viaggiare, stare all’aria aperta, conoscere gente nuova e vivere esperienze entusiasmanti.

Era un’anima libera, così come si diceva in giro, difficile da incatenare in un solo posto. Nelle sue vene scorreva sangue blu, come il cielo che ben presto iniziò a solcare per rincorrere le sue passioni e raggiungere Paesi sempre più lontani.

Veronica scriveva, fotografava, girovagava. Era una giornalista intraprendente e appassionata. Una Domenica mattina ebbe l’ispirazione. Si svegliò e, di buon’ora, decise che era giunto il momento di afferrare a due mani le sue grandi passioni e unirle in qualcosa di grande. E’ così che nacque Scorci di Mondo, la sua piccola creatura, il suo piccolo blog.

Veronica divenne ben presto una Travel Blogger insaziabile, sempre alla ricerca di nuove terre e nuovi scorci da immortalare. Se siete fortunati, ogni tanto riuscirete a scorgerla tra sentieri incantati, valli incontaminate o, semplicemente, dinnanzi a un tramonto da togliere il fiato.

 

Raccontami un piccolo episodio che puó essere buffo, triste, comico, che fa riflettere, felice, insomma qualcosa che comunque ti é rimasto nel cuore e/o in testa che ti é accaduto da quando vivi in quella X nazione. 

Ricordo perfettamente quella volta che andai in Giappone e tutto, a un certo punto, mi sembrò così perfetto da sembrare quasi buffo. Pensavo che la gentilezza e la cordialità di questo popolo fosse soltanto un cliché, una cosa che andava bene nei film ma che nella vita reale non esisteva davvero. Invece ogni volta che entravo in un supermercato, o in un qualsiasi negozio, iniziava una cantilena di almeno venti minuti per dirmi “benvenuta” e di altri venti minuti per dirmi “arrivederci”.

Non conoscendo il giapponese non avevo neanche idea di cosa stessero dicendo, ma il suono era carino. E allora ricordo che ben presto ci presi l’abitudine e ogni volta che mettevo piede in un supermercato iniziavo anche io a cantilenare “inventando” parole, sorridendo e abbassando il busto. Mi sentivo parte di loro, era buffo sì, ma era anche un modo per non perdere mai l’abitudine di ridere.

Consigliami un posto che ami follemente di quella X cittá o nazione che sia.

Adoro prendere un aliscafo e sbarcare nelle mie Isole Eolie. Sostare in spiaggia e, al tramonto, godere di panorami da togliere il fiato e riempire l’anima di gioia.

Hai un foglio bianco, che parola ci scriveresti per il tuo futuro?

Vivo.

 

Viaggio nel tempo! Puoi tornare indietro e dare alla te che sta per partire per il tuo primo, dei tuoi tanti futuri viaggi, un piccolo consiglio o incentivazione, che hai scoperto un po’ piú in avanti, ma avresti tanto voluto saperlo prima.

Se potessi tornare indietro nel tempo direi alla me di allora: “Viaggia di più! Ché la vita è troppo breve per esser sprecata in un solo posto. Il mondo è grande e merita di esser assaporato in ogni suo angolo!”.

 

Dimmi una parola di quella data lingua della nazione dove vivi che ami.

Amo la lingua francese, quella sua cadenza dolce e romantica che non perde la sua compostezza neanche quando si snoda tra “parolacce” e rimproveri. Credo che “Je t’ame” rappresenti il massimo livello di sublimità musicale e letterale.

Hello! Vengo in vacanza da te, dimmi il miglior posto dove mangiare qualcosa di tipico, o bersi un caffé in santa pace, o un cocktail in un luogo figo, insomma un locale che ami e frequenti quando e come puoi.

Se vieni in vacanza con me ti porto nell’isola di Alicudi, alle Eolie. Aspettiamo il tramonto e ci sediamo in spiaggia, avvolti dal silenzio, a contemplare lo Stromboli che con la sua colata di lava rossa illumina l’orizzonte.

Informazioni:

Hai domande da fare alla nostra viaggiatrice Veronica?

Vuoi leggere i suoi articoli?

Veronica Crocitti – Scorci di Mondo la trovi su Scorcidimondo.it

Se avete delle domande e/o curiositá, siete pregati di contattare direttamente la persona intervistata (tramite il suo blog) poiché non risponde (commenti o email) o collabora con questo blog 😉




Sir Koala ringrazia e saluta.

Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese

Lascia un commento