Storie di Espatriati: A 50 anni compiuti ho deciso di cogliere l’attimo e sono partita per l’Oman, la storia di Giovanna

Ciao Koali eccoci al nostro appuntamentino settimanale in compagnia di donne e uomini che hanno deciso di chiudere una vita in valigia e partire per provare a vivere altrove.

Questa settimana andiamo in Oman per incontrare Giovanna. Lei era arrivata in quel momento della vita, dove ti ritrovi a chiederti se fermarti ed accettare la monotonia di un quotidiano e inarrestabile invecchiamento e trascinarti fino alla pensione che forse non arriverà mai, o di non arrenderti e cercare nuovi orizzonti. Fu così che Giovanna e Daniele a 50 anni compiuti, tre anni fa decisero di cogliere l’attimo e partirono per l’Oman nel Golfo Persico.    🙂




Buona lettura!

 

Se fossi un libro come inizierebbe la tua storia?

Nella vita arriva il momento in cui ti chiedi se fermarti ed accettare la monotonia di un quotidiano e inarrestabile invecchiamento e trascinarti fino alla pensione che forse non arriverà mai o di non arrenderti e cercare nuovi orizzonti. Fu così che Giovanna e Daniele a 50 anni compiuti, tre anni fa decisero di cogliere l’attimo e partirono per l’Oman nel Golfo Persico. Lui pilota di aviazione civile aveva ricevuto un’interessante offerta di lavoro a Muscat e finalmente riacquistò serenità lavorativa ed economica. Lei da libraia incallita sempre col naso sui libri, diventò corrispondente per Donne Che Emigrano All’Estero e Food blogger. Morale della favola: se si prende il coraggio di spiegare le proprie ali, c’è tutto un mondo da esplorare e ci si può sentire meravigliosamente giovani anche quando l’età anagrafica dice il contrario.

Muscat

Raccontami un piccolo episodio che puó essere buffo, triste, comico, che fa riflettere, felice, insomma qualcosa che comunque ti é rimasto nel cuore e/o in testa che ti é accaduto da quando vivi in quella X nazione. 

Sono tornata in Italia da pochi giorni per una breve vacanza e già mi manca casa. Proprio così, io a Muscat mi sono sentita bene fin dai primi giorni. Là c’è il mio amore rimasto al lavoro. Là c’è la mia nuova gente che mi ha accettato senza pregiudizi. La prima volta che mi sono sentita a casa é stato quando al supermercato un anziano signore mi ha visto scegliere la frutta tra quella di produzione locale e mi ha indicato con un largo sorriso i lime migliori. Si è comportato con delicatezza e protezione come se fossi una donna della sua famiglia e mi ha fatto tenerezza.

Cucinare, che passione!

 

Consigliami un posto che ami follemente di quella X cittá dove vivi.

C’è un posto speciale a Muscat dove amo andare a passeggiare alla sera. É in fondo alla Corniche di Mutrah- il lungomare della città vecchia– quando le luci dei locali affacciati sul porto si spengono, i gabbiani si posano sulle onde e brillano alla luce della luna creando un’atmosfera da sogno.

Improvvisamente ti hanno fatto ambasciatore/ambasciatrice di quella data X nazione e/o cittá, dimmi in poche parole perché la ami e l’hai scelta e soprattutto la continui a scegliere. 

Amo Muscat perché ci si vive bene. Amo la sua gente pacata ed accogliente, i viali alberati di palme, le passeggiate quotidiane in riva al mare. Amo le opportunità che questa bellissima città offre: lavoro, tranquillità, alto tenore di vita, totale assenza di criminalità, multiculturalismo ed accettazione.

 

Viaggio nel tempo! Puoi tornare indietro e dare alla te che sta per espatriare in quella X nazione/cittá un piccolo consiglio o incentivazione, che hai scoperto una volta trasferita ma avresti tanto voluto saperlo prima.

Alla vecchia me, titubante e un po’ fifona, darei un unico consiglio: di non aver paura e di buttarmi prima in questa meravigliosa avventura. Avrei dovuto accettare già 10 anni fa la proposta di mio marito di cambiare paese e respirare aria nuova.

Dimmi una parola di quella data lingua della nazione dove vivi che ami.

Habibi: significa amato. Sia nel senso di uomo amato che nel senso di caro al proprio cuore. Lo usano tra di loro anche gli amici. É un termine carino sia per la sonorità che per la delicatezza con cui viene pronunciato.

Hello! Vengo in vacanza da te, dimmi il miglior posto dove mangiare qualcosa di tipico, o bersi un caffé in santa pace, o un cocktail in un luogo figo, insomma un locale che ami e frequenti quando e come puoi.

In Oman sognare si può! Al Beach Pavillon del Bustan Palace Hotel : Champagne francese sulla spiaggia illuminata solo da fiaccole e chiaro di luna.

 

Informazioni:

Hai domande da fare alla nostra expat Giovanna?

Vuoi leggere i suoi articoli?

Giovanna Tinti la trovi su Donnecheemigranoallestero.com, precisamente andando su questa sezione del portale Donnecheemigranoallestero.com/paesi-del-golfo-arabico/giovanna-oman ma ha anche un suo personal blog Giossuitcase.wordpress.com




Se avete delle domande e/o curiositá, siete pregati di contattare direttamente la persona intervistata (tramite il suo blog) poiché non risponde (commenti o email) o collabora con questo blog 😉

Leggi le tante storie di donne che inseguono i loro sogni e vivono all’estero. Questo libro non ha fini di lucro e gli introiti vanno adesso a Di.Re, Donne in Rete Contro La Violenza.

Sir Koala ringrazia e saluta.

Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese

Lascia un commento