Storie di Espatriati: vivevo una vita di corsa, Fuerteventura mi ha trasformata in una creatura che vive in ciabatte ed è capace di emozionarsi davanti ai tramonti – La storia di Laura

Ciao Koali belli eccoci a Mercoledí e dunque al nostro appuntamentino con uomini e donne che hanno sterzato verso nuovi orizzonti, tutti votati alla ricerca di qualcosa che “a casa” mancava.

Oggi andiamo a Fuerteventura per conoscere Laura, la sua storia é interessantissima perché dopo 2 tentativi di espatrio falliti … finalmente ha trovato la sua dimensione in questa isola, e la sua vecchia vita fatta da ritmi serrati é ormai un lontano ricordo … venite a conoscerla meglio, vi piacerá! 🙂

Buona lettura!

Se fossi un libro come inizierebbe la tua storia?

Mi chiamo Laura Carbone, sono genovese, nata nel 1972. Ho lasciato un buon impiego presso una delle aziende più prestigiose d’Europa e da oltre tre anni vivo in armonia con me stessa, con ciò che mi circonda scegliendo come/dove e soprattutto con chi passare il mio prezioso tempo. Da fashion victim griffata dalla testa ai piedi, in tacchi a spillo, cinica e maniaca della carriera, che spendeva una fortuna in centri estetici, mi sono trasformata in una creatura che vive in ciabatte ed è capace di emozionarsi davanti ai tramonti mozzafiato che mi regala ogni sera Fuerteventura.

Il giorno del matrimonio

Raccontami un piccolo episodio che puó essere buffo, triste, comico, che fa riflettere, felice, insomma qualcosa che comunque ti é rimasto nel cuore e/o in testa che ti é accaduto da quando vivi in quella X nazione. 

Appena atterrata, ho scoperto che qui non si è persa la buona abitudine di salutare chiunque, di chiedere per favore qualunque cosa e ringraziare sempre. Le auto si fermano per lasciar passare i pedoni e nessuno suona il clacson con nervosismo. Ho riscoperto quanto sia preziosa l’educazione e quanto sia impagabile il rispetto.

Consigliami un posto che ami follemente di quella X cittá dove vivi.

Camminare sulla sabbia dorata del parco naturale delle Dune di Corralejo, riserva della Biosfera, e’ una esperienza difficile da descrivere a parole. L’acqua del mare sa stupire per le innumerevoli tonalita’ di azzurro che regala, e la sua trasparenza e’ accentuata dalla sabbia chiarissima; questo paradiso colorato si sublima con il contrasto del nero assoluto delle rocce vulcaniche.

Improvvisamente ti hanno fatto ambasciatore/ambasciatrice di quella data X nazione e/o cittá, dimmi in poche parole perché la ami e l’hai scelta e soprattutto la continui a scegliere. 

Amo Fuerteventura per la sua natura selvaggia, per la sua assoluta liberta’ di decidere i miei programmi: a volte si sveglia e inizia a buttarmi addosso il suo vento, e io posso solo adeguarmi al suo volere. Fuerteventura mi regala continuamente bagni di umilta’, ma sa premiarmi con giornate di sole capaci di scaldarmi il cuore. Qui finalmente posso essere libera di dedicarmi alla scrittura e al coaching, seguendo i miei ritmi naturali.

Viaggio nel tempo! Puoi tornare indietro e dare alla te che sta per espatriare in quella X nazione/cittá un piccolo consiglio o incentivazione, che hai scoperto una volta trasferita ma avresti tanto voluto saperlo prima.

I miei due passati tentativi di cambio vita finiti male (a Capo Verde e in Brasile) mi hanno portata a pianificare accuratamente il mio trasferimento definitivo. Grazie ai 2 tentativi falliti ho capito quanto fosse fondamentale studiare lo spagnolo prima di trasferirmi, la necessita’ di rendicontare e contenere al massimo ogni spesa. Nel mio libro C.V. Metodo per Cambiare Vita in modo intelligente, racconto dettagliatamente cio’ che in passato ho sbagliato, e come ho imparato dai miei errori.

Dimmi una parola di quella data lingua della nazione dove vivi che ami.

Poco a poco, no pasa nada … i ritmi calmi di Fuerteventura, il culto dell’ora della siesta. La necessita’ di “prendersi meno sul serio” , di abituarsi a scalare una marcia, a non dover sempre correre e andare di fretta.

Hello! Vengo in vacanza da te, dimmi il miglior posto dove mangiare qualcosa di tipico, o bersi un caffé in santa pace, o un cocktail in un luogo figo, insomma un locale che ami e frequenti quando e come puoi.

Frequento solo ristoranti gestiti da Majoreros (cosi’ si chiamano in gli abitanti di Fuerteventura). Adoro sedermi a uno dei tavoli situati di fronte al mare al ristorante Las Marismas al Cotillo: il pesce e’ freschissimo, servito in preparazioni semplici e incredibilmente gustose. Amo il formaggio fritto che servono al ristorante Casa Marcos a Villaverde, insieme alle melanzane fritte con miele di palma e formaggio di capra, e le altre numerose tapas dal gusto indescrivibile.

Il suo amato gattino Chico

Informazioni:

Hai domande da fare alla nostra expat Laura?

Vuoi leggere i suoi articoli?

Laura Carbone la trovi su Lauracarbone.it

Se avete delle domande e/o curiositá, siete pregati di contattare direttamente la persona intervistata (tramite il suo blog) poiché non risponde (commenti o email) o collabora con questo blog 😉

 

Sir Koala ringrazia e saluta.

Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese