Una guida semplice e chiara su come portare il tuo cane in Irlanda

Ciao Koali siete in molti a chiedermi cosa bisogna fare per portare un cane in Irlanda, e oggi grazie alla nostra amica Merylu, andiamo a spiegare tutti i passaggi, le modalitá e la documentazione che serve per far espatriare assieme a voi il vostro amico a 4 zampe 🙂

Iniziamo!

  • Attenzione le seguenti informazioni possono aver subito/o subire dei cambiamenti, informatevi sempre presso le autoritá competenti e/o il vostro veterinario di fiducia. Sir Koala Londinese non é un veterinario, quindi per qualsiasi dubbio, richiesta di informazioni e consigli rivolgetevi SEMPRE agli organi competenti. Questa sono semplici informazioni raccontate dalla nostra amica Merylu che ha portato la sua cagnolina in Irlanda. 

Innanzitutto è meglio che parliamo di Repubblica d’Irlanda piuttosto che chimarla semplicemente Irlanda, perché l’Irlanda è divisa in due parti, la Repubblica e l’altra parte che invece è l’ Irlanda del nord che fa parte dell’ UK attualmente ancora parte della comunità Europea, ma nel giro di qualche anno non sarà più così, quindi i regolamenti sulla mobilità degli animali da compagnia potrebbero cambiare ulteriormente.

Le notizie che Merylu ci sta dando sono frutto della sua esperienza che risale a due anni fa, quando si é trasferita a Dublino da Napoli, nel frattempo le tariffe dei trasporti potrebbero essere cambiate, così come il prezzo del carburante e delle autostrade, quindi il costo sarà approssimativo, poi ognuno dovrà farsi due conti e valutare le proprie possibilità.

Merylu é una veterinaria comportamentalista, per cui per lei mettere in primo piano l’aspetto comportamentale/esperienziale di questo viaggio è stata la motivazione che l’ha spinta ad agire nei mesi che lo hanno preceduto, perché il benessere emotivo del suo cane è stato messo al di sopra di ogni cosa in questo spostamento.

Per maggiori informazioni sul suo lavoro, consultate il suo sito Cognitive Beings.

Ora passiamo alle domande & risposte 😉

Che documenti servono per far espatriare il cane in Irlanda? E chi me li puó rilasciare/dove devo richiederli?

I documenti sono:

  • Passaporto Europeo — Per ottenerlo l’animale deve avere il microchip, deve avere la vaccinazione antirabbica da almeno 21 giorni prima di richiedere il passaporto se è la prima volta che lo ha, oppure deve essere in corso di validità cioè rinnovata regolarmente ogni anno.
  • Per l’ingresso nella Repubblica d’Irlanda è necessaria anche la profilassi antitenia, fatta tra le 24h e massimo entro 5 giorni (120 ore) dalla partenza. Considerando che se viaggiate in macchina con il vostro animale per arrivare in Irlanda ci metterete dall’Italia dai tre ed i quattro giorni di viaggio, vi conviene fare la profilassi antitenia il giorno prima della partenza. Sia antirabbica e profilassi antitenia la farete dal vostro Veterinario di fiducia che vi rilascerà un certificato che attesta questi due trattamenti, andrete con questo certificato alla ASL veterinaria della vostra città dove aggiorneranno il passaporto. Fate attenzione che solo un veterinario della ASL può aggiornare un Passaporto, il veterinario vostro di fiducia non può farlo, altrimenti lo invaliderà. Questa cosa in Irlanda è diversa, perché il passaporto Europeo e tutta la trafila delle vaccinazioni è gestita dal veterinario general practice (il normale ambulatorio veterinario). In Italia dovrete anche pagare una tassa (non mi ricordo il costo, mi pare una ventina d’euro, ma chiedete alla vostra ASL, perché penso possa cambiare da regione in regione) tramite vaglia postale sia per il primo passaporto che per il suo rinnovo che in Italia avviene ogni due anni.
  • Altra cosa importante, ma non obbligatoria per legge è avere con se un certificato che attesti la buona salute dell’animale ed i suoi trattamenti antiparassitari (pulci e zecche), questo perché porterete il vostro animale su mezzi di trasporto pubblici e le compagnie di trasporto o gli alberghi che vi ospiteranno potrebbero richiedere questi certificati. Comunque, tutte queste notizie ve le potrà dare anche il vostro veterinario di fiducia o la Asl veterinaria della città dove risiedete. Queste informazioni generali sono valide sia per cani che per gatti.

Vi consiglio anche di consultare il sito dell’anagrafe canina, quello della vostra ASL veterinaria, quello della Polizia di Stato, perché sono siti molto aggiornati sulla regolamentazione del trasporto degli animali da compagnia, io queste cose che ho scritto risalgono due anni fa , col tempo potrebbero aver subito variazioni (anche se ad oggi non mi pare ci siano modifiche).

Con quali mezzi posso portare il cane nella Repubblica d’Irlanda?

Il cane può arrivare in Irlanda tramite aereo cargo, cioè non il nostro di linea. Sono voli che trasportano solo oggetti ed animali. Alcune razze non sono accettate dalle compagnie aeree, per esempio quelle brachicefale cioè con il muso schiacciato (possono avere problemi di respirazione durante il volo) o razze che rientrano nella Black list ancora valida In Irlanda ( esempio lessi che i Pit Bull non possono viaggiare sui cargo), ogni compagnia aerea ha le sue regole comunque, quindi è sempre meglio controllare i loro siti.

So che esistono anche agenzie che si occupano di far viaggiare il vostro animale sul aereo cargo, lo vengono a prendere a casa e gestiscono documenti e la trafila burocratica, andandolo anche a prendere all’arrivo.

Il costo mi hanno detto che si aggira ad oggi tra i 1000/1500 euro per animale, ma di più non so, perché non è stata la scelta che ho fatto io per far viaggiare il mio cane. Chi ha utilizzato questa soluzione mi ha scritto che si è trovato bene, ma per la mia cagnetta che è un’ansiosa, viaggiare in un aereo cargo, da sola, senza il mio supporto emotivo, non sarebbe stato proprio possibile.

Sono tutte piú o meno compagnie di bandiera, sono davvero poche le compagnie aeree low cost, che offrono il servizio di trasporto di animali domestici.

Altro mezzo per arrivare in Irlanda è tramite la nave, ci sono due possibilità di imbarco: partendo dalla Francia, ma la traversata è molto lunga, oppure dall’UK sia da Pembroke o da quella più corta che è da Holyhead, dove la traversata è di sole tre ore e mezzo, circa ed arriva proprio a Dublino.

Nella prima soluzione, partendo dalla Francia, il cane viaggia sulla nave nei canili appositi, lo si può andare a trovare solo a determinati orari per fargli fare i bisogni e dargli da mangiare. La traversata se non mi sbaglio dura intorno alle 12 ore anche di più perchè dipende dal mare, se è agitato può durare anche diverse ore in più.

Stessa cosa se si parte da UK ma da Pembroke, il cane viaggia nei canili appositi, perché la traversata è abbastanza lunga.

La soluzione che ho scelto io partendo dal Holyhead (UK) è quella, a mio avviso, meno traumatica per l’animale, perché essendo la traversata di sole poche ore, il cane può restare nella nostra auto, quindi un ambiente a lui familiare e confortevole.

Questa soluzione per la mia cagnetta è stata la scelta migliore, nel mese precedente ho lavorato molto sul farle fare esperienze in macchina, affinchè per lei fosse un luogo sicuro e rassicurante.

Quando l’ho lasciata in macchina ho lasciato i finestrini aperti (il giusto però, non spalancati, perché altrimenti c’è il rischio che il cane possa scappare se si spaventasse per qualche rumore strano), ho spostato i sedili anteriori in modo da darle lo spazio per sgranchirsi le zampe, le ho lasciato in auto, a terra, una scodella d’acqua e qualche snack. Le ho lasciato anche una mia maglia, in modo che comunque potesse avere un odore a lei caro e rassicurante nell’attesa. Sempre perché è una cagnetta ansiosa, nei giorni precedenti ho utilizzato delle capsule di sostanze naturali con fini calmanti, ma non sedativi. Potete chiedere al vostro Vet di fiducia qualche prodotto naturale da usare in queste situazioni.

La macchina ed il cane si troveranno nel deposito auto della nave, per cui non avrete accesso ad essa durante il tempo della traversata, ma la nave ha tutti i confort, bar, ristornati, poltrone comode, credo anche una sala cinema, tanti negozi dove fare compre e passare un po’ il tempo, in modo che le tre ore volino davvero ed in breve tempo vi ricongiungerete al vostro cane. Poi arrivare a Dublino in nave ha tutto un altro fascino, fa molto emigrante italiano degli anni ’40, meravigliosa emozione!

Io sono partita da Napoli ed ho impiegato quattro giorni ad arrivare a Dublino, ho fatto tappa vicino Milano, poi in Francia (sempre lungo la strada), poi abbiamo passato una notte a Londra a casa di amici (abbiamo deviato ed allungato un po’ ma ci tenevamo a salutarli!) ed infine ci siamo imbarcati a Holyhead.

Nel percorso lungo l’Italia, siamo passati sotto il traforo del monte Bianco.

Poi abbiamo preso il tunnel della Manica e quello è stato proprio una figata, ti mettono con la macchina su un treno e tu nel giro di un’ora praticamente passi dentro al mare! Anche quello si deve prenotare l’ingresso ed il cane resta con te in auto, dovrete pagare il biglietto anche al cane, ricordatevelo!

Gli unici controlli dei documenti del cane che abbiamo avuto sono avvenuti infatti là, prima di entrare in UK, cioè prima di imbarcare la macchina sul treno che avrebbe attraversato la Manica. Il luogo dove si devono controllare i documenti del cane è indicato molto bene, ed è una sorta di gazebo dove ci sono i veterinari del confine che controllano microchip e documenti, parlano inglese, vi avverto.

Esiste ancora la quarantena?

Specifico che NON ESISTE più la Quarantena!

E’ sufficiente avere tutti i documenti in regola per passare facilmente i controlli. Al contrario, se non sono in regola, è in quel caso che potrebbero trattenere l’animale in osservazione, quindi occhio, accertatevi prima di partire che tutti i tempi del vaccino antirabbica e profilassi anti tenia siano corretti, controllate anche il microchip sia leggibile con il lettore, con il passare degli anni potrebbe non funzionare più bene, meglio esserne certi prima di partire!

Quanto é costato portare il tuo cane all’estero?

Il costo a noi, riferito a due anni fa, tra pernottamenti, pasti, i mezzi che abbiamo preso, la benzina e le autostrade etc c’è venuto intorno ai 3000 euro, tutto compreso (un po’ meno, ma stiamo lì).

Ovviamente non è un modo di viaggiare economico e rapido, infatti adesso che siamo in Irlanda, se ci dobbiamo spostare verso l’Italia, lasciamo la nostra cagnetta a dei dog sitter (ormai diventati amici!) che la ospitano a casa loro, oppure viaggiamo separati, io e mio marito, in modo che lei resti con uno di noi due a casa nostra. Le vacanze se sono organizzate con tutti e tre si fanno in Irlanda, del resto l’Isola Smeraldo è meravigliosa ed ha posti favolosi da scoprire e vivere insieme al nostro cane. Un viaggio nuovamente così dispendioso e lungo, fatto con lei, ce lo riserviamo per un eventuale trasloco dall’Irlanda, non per le nostre normali vacanze.

Come sono visti i cani in Irlanda/Dublino? É facile trovare una casa in affitto che gli accetti? Possono entrare nei luoghi pubblici?

Questa è una bella domanda!

L’Irlanda anche in questo è un paese dalle mille contraddizioni. I cani li hanno in molti e direi che sono ben visti. Quando passeggi per strada con il tuo cane al guinzaglio hanno sempre un sorriso o una carezza per lui. Sono incuriositi molto dalla mia perché è un meticcio, incrocio alla lontanissima con un pastore tedesco e qui di meticci non se ne vedono tanti, perché non hanno il problema del randagismo. La mia che poi oggettivamente assomiglia un po’ ad una volpe, quando la vedono mi fermano come se avessi un animale selvatico al guinzaglio e mi dicono: Oh, She is gorgeous, She looks like a fox! 

Di contro, le leggi che tutelano il benessere degli animali sono ferme al 1996, quindi esistono ancora le black list di cani pericolosi che devono girare con guinzaglio corto e museruola, non sono ammessi sui mezzi pubblici (se hai un cane in Irlanda, procurati una macchina, perché altrimenti non potrai allontanarti da casa!), non sono ammessi nei locali pubblici o nei pub e non è semplice trovare casa se hai un animale domestico, perché i landlords approfittano del fatto che c’è tanta domanda di case, contro una bassa offerta, per cui possono tranquillamente scegliere a chi fittarla o no e spesso cercano la soluzione che può far meno danni, quindi cani e bambini vengono evitati come la peste!

Se cercate casa a Dublino con un case orientatevi verso la ricerca di una casa e non di un appartamento, perché se l’immobile non ha almeno un giardinetto, quasi certamente non accetteranno animali domestici. Accertatevi anche che il regolamento di condominio non vieti la presenza di animali domestici nella court, a volte il proprietario dà il consenso, poi i vicini si lamentano e voi dovete abbandonare la casa!

Come funzionano i veterinari in Irlanda, sono come in Italia privati, hanno costi alti?

Anche qui ci vorrebbe un’intervista a parte, anche perché io sono del mestiere e osservo il tutto con occhi sia da veterinario che da proprietario di cane.

La differenza più lampante con l’Italia è che il veterinario è l’unico che può venderti farmaci veterinari. Non è possibile andare in farmacia e comprare un antiparassitario per cani, oppure un vermifugo, o un antibiotico che avete usato già in passato. Dovete andare dal veterinario che visiterà il cane e vi darà i farmaci.

Altra cosa non vendono le medicine a confezione, ma in base alla dose che dovete far assumere al vostro animale (questo vale anche per le persone comunque). Se il vostro cane dovrà assumere un antibiotico per sette giorni, due compresse al giorno, vi verranno vendute dal veterinario quattordici compresse, ne una in più ne una in meno. Ciò da una parte è un bene perché non c’è uno spreco di farmaci e c’è un maggior controllo nella terapia, ma se per esempio il cane sputacchia una compressa (alzi la mano chi riesce a far prendere al primo colpo una compressa al suo cane!) e non riuscite a repuperarla, voi siete costretti a tornare dal Vet per comprarne un’altra!

Altra cosa diversa dall’Italia è che il Vet irlandese non vi prescriverà mai di fare delle iniezioni al vostro animale. Le siringhe possono essere maneggiate solo dal Vet o dagli infermieri veterinari, questo dipende dal proibizionismo che c’è in Irlanda, motivo per cui non vendono siringhe con gli aghi in farmacia, a meno che non abbiate un’esplicita prescrizione medica!

Le differenze sono ancora tante, ma per ora mi fermo a queste.

I costi di una prestazione veterinaria credo che siano leggermente superiori all’Italia, o comunque al sud Italia, non ho esperienze di costi al centro e nord Italia. Dico leggermente superiori perché alla fine quando tu paghi il conto dal veterinario oltre alla prestazione medica ed agli esami (se ne hai fatti), paghi anche le medicine della terapia, quindi per fare un reale differenza con l’Italia dovremmo comparare spese mediche italiane più il costo dei farmaci comprati in farmacia e secondo me alla fine il conto dal veterinario irlandese vs verso veterinario italiano uscirà pari, anche perché in Italia una confezione di un antibiotico veterinario costa di più rispetto a se io te ne vendo giusto la dose di cui hai bisogno.

Per cibo, antiparassitario, collari, cucce etc i costi sono come in Italia, tra l’altro se compri su Zooplus.ie vai a risparmiare moltissimo e la consegna è rapida.

Hai dei consigli da dare ora che hai fatto tutto, e che prima avresti voluto sapere?

Il mio unico consiglio è di cercare di preparare emotivamente il cane a questo cambiamento e di essere un po’ empatici con lui.

Noi sappiamo cosa ci aspetta in un trasferimento all’estero ed il motivo per cui facciamo tutto ciò (e comunque non è semplice per noi farlo!!!), il vostro cane invece non lo sa. Da un giorno all’altro sarà sballottato in un nuovo ambiente, una nuova casa, nuovi odori che non saranno sempre rassicuranti, sentirà la fatica di un viaggio lungo, impegnativo emotivamente e stancante fisicamente. Non avrà i soliti amici cani, non avrà i soliti affetti, se non voi che siete con lui. Insomma dovete dargli il tempo di abituarsi. Abituarsi prima del viaggio a prendere più confidenza con l’auto se resterà in auto, o più confidenza con il trasportino se lo userà per il viaggio. Dovrà prendere confidenza con le vostre valige, con tutti gli oggetti che faranno parte del vostro viaggio.

Una volta arrivati dovrà prendere confidenza con la nuova casa, il nuovo quartiere, il nuovo parco, per tutto ciò dategli tempo, armatevi di pazienza, lasciategli il tempo di annusare tutto, di esplorare tutto, avrà bisogno di crearsi una nuova mappa cognitiva di tutto ciò che lo circonda ed avrà bisogno di sentirvi come figura presente, ma non invadente. Se riuscirete a fare ciò, potete stare sicuri che anche per lui inizierà nel migliore dei ma di una nuova avventura insieme a voi! Godetevela!

Se avete delle domande e/o curiositá, siete pregati di contattare direttamente la persona intervistata (tramite il suo blog) poiché non risponde (commenti o email) o collabora con questo blog 😉

Tutte le foto di questo articolo sono di Merylu ritratta assieme alla sua amata cagnolina.

Sir Koala ringrazia e saluta.

Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese