Ricette originali inglesi la Victoria Sponge Cake

Questa tipica torta inglese a base di pan di spagna fragole e panna, era amatissima dalla Regina Vittoria che ne amava prendere una fetta assieme ad una fumante tazza di té, durante il famoso rito del té delle cinque del pomeriggio.

Tutt’oggi questa torta viena preferita e consumata con del fumante té, durante il favoloso rito che alcune caffetterie e lussuosi hotel di Londra ancora offrono oggi.

Qui vi leggete il resto della storia.

Comunemente chiamata Victoria Sandwich questo dolce ormai si vende intero o a fette in ogni dove, dalle caffetterie ai supermercati. É stato anche il dolce ufficiale, durante le celebrazioni del Queen’s Diamond Jubilee nel Giugno 2012.

Se siete stati a Londra e l’avete assaggiata oggi vi propongo l’originale ricetta per prepararvela a casa, e cucchiaiata dopo cucchiaiata riassaporare e se volete pure condividere, tutti i ricordi delle vostre vacanze londinesi.

 

Ingredienti per la base:

  • 4 uova grosse 
  • 200 gr di burro o margarina [io uso la margarina perché secondo me i dolci vengono piú leggeri e morbidi]
  • 200 gr di zucchero bianco
  • 1 bustina di zucchero a velo [comodo se avete quella del pandoro avanzata di Natale]
  • 200 gr di farina self-rising [AKA con il lievito giá dentro in mancanza mettete 1/2 bustina di lievito]
  • 25 gr di farina di maizena o amido di mais
  • 4 cucchiai di latte a temperatura ambiente
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di Vanillina [se usate quella liquida bastano 3/4 gocce]

 

Ingredienti per il ripieno:

  • Marmellata fresca di lamponi o fragole [ora in UK qualche volta sostituiscono la marmellata con veri pezzettoni freschi di fragole o lamponi interi, oppure alla marmellata stessa aggiungono pezzoni di frutta fresca]
  • 500 ml di double cream [la doppia panna non si trova in Italia quindi sostituitela con 500 ml di panna fresca]
Pre-riscaldate il forno a 180 gradi e procuratevi due stampi possibilmente di 20/25 cm l’uno, se ne avete solo uno, allora dovrete smezzare in parti uguali l’impasto. Imburrate lo stampo ogni volta che metterete l’impasto.
In una ciotola lavorate assieme il burro e lo zucchero fino a quando il composto non sarà morbido e spumoso. In un’altra ciotola sbattere con gentilezza le uova fino ad ottenerle leggermente spumose, poi unirle al composto burro-zucchero poco per volta.
A questo punto aggiungete all’impasto le farine giá miscelate con il lievito, il pizzico di sale e la vanillina.
Lavorate e amalgamate bene il tutto, a questo punto aiutatevi a rendere fluido l’impasto aggiungendo uno alla volta i cucchiai di latte, se ve ne serve dell’altro aggiungetelo ma quanto basta ad ottenere un composto morbido e un po’ fluido, ma attenzione non troppo, l’impasto deve sempre conservare una certa compattezza.
Ora versate l’impasto negli stampi imburrati, come giá detto se ne avete solo uno allora dovrete fare due infornate, e suddividere l’impasto in parti eque. Oppure potete dimezzare i tempi, mettere tutto in uno stampo e poi una volta tirata fuori e lasciata a raffreddare, la tagliate a metá.
Infornate a 180 gradi per 2o minuti finché la vostra tortina risulti dorata. Aiutatevi con uno stuzzicadenti, bucate e se viene fuori asciutto vuol dire che l’impasto é perfettamente cotto.
Spegnete il forno e lasciate la torta dentro ma con lo sportello aperto per una decina di minuti, questo previene alla torta di afflosciarsi. Tirate fuori la base e lasciatela a raffreddare ancora per altri 5 minuti.
Nel mentre montate la panna, in alternativa compratela giá spray cosi tagliate i tempi 😉
Ora se avete usato due teglie avrete due dischi di torta, oppure se ne avete una, tagliatela a metá. Farcite la base di un disco della torta con la marmellata, la panna e se volete stendete sopra alla panna lamponi o fragole a pezzettoni. Gli strati di panna e marmellata devono essere belli spessi.
Richiudete il tutto con l’altra parte del disco, e spolveratela con lo zucchero a velo.
Preparate del té nero e servitela tagliata in grosse fette 😉
Qualcuno in UK usa al posto della panna la crema di burro, buonissima ma puó risultare pesantina e ovviamente allunga di molto i tempi di preparazione.
La tradizionale Victoria sponge cake viene preparata con la panna e le fragole.
Se la preparate fatemi sapere come vi viene!
Sir Koala ringrazia e saluta.
Koala Londinese

Koala Londinese

Sir Koala Londinese at Sir Koala Londinese
Blogger romana dal 2010 in trasferta in quel di Londra. Fra un pezzo di pane tirato ad uno scoiattolo e un altro ad un piccione, ti servo la mia visione animale di Londra e non solo! Seriamente convinta di due cose: ció che pensi diventi e che il Carpe Diem dovrebbero prescriverlo a tutti! 😉
Koala Londinese

10 Risposte

  1. Katia ha detto:

    Complimenti Kola,cercavo la ricetta x questa torta e ho provato a fare la tua.spettacolare!
    Ottima da sola ma anche per ricoprire torte perché non resta assolutamente asciutta.
    Uso la tua ricetta tutte le volte che mi chiedono una torra base alla vaniglia…pan di spagna?abbandonato 😉
    Complimets 🙂

  2. rita ha detto:

    Mi fai venire voglia di tornare a vivere a Londra

  3. Francesca ha detto:

    Ciao, quanto lievito metti?

  4. Gianmaria ha detto:

    Non è ottima lo è di più!!!!

  5. Veronica ha detto:

    Grazie x la risposta!
    Io intendevo farla come base torta da ricoprire poi in Patsa di zucchero quindi se parli di 5 fette si tratta di una piccola torta e dalla foto vedo che non è neanche molto alta.(sará stata 6/7cm).
    Di conseguenza penso che se volessi farla x il mio scopo, anche x il diametro + piccolo (10 o 15cm) , credo di dover raddoppiare le dosi dato che x ricoprirle in PDZ devono essere alte almeno h.10!
    Cmq, complimenti x la ricetta e le foto…fanno venire l’acquolina in bocca!

  6. Veronica ha detto:

    Ciao,
    Le quantità della tua ricetta vanno bene x una solo torta di che dimensioni?
    X favore fammi sapere prima possibile xche sono pronta x farla e aspetto solo la tua risposta!

  7. Sabrina ha detto:

    Ciao, cercavo la ricetta della Victoria Sponge cake e sono capitata sul tuo blog 😉
    La ricetta mi ispira parecchio (a parte, confesso, lo spavento chemi fa tutto quel burro) ma volevo sapere: la bustina di zucchero a velo di quanti gr. dev’essere? E’ proprio necessario o posso ometterlo secondo te? Un’ultima domanda, da vera blogger curiosona: la fonte della ricetta si può sapere?
    Grazie ^_^
    Sabrina.